RIFERIMENTI NORMATIVI COMUNICAZIONI AMBIENTALI

Data ultima modifica: 30.06.20

Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33 - art. 40 1. In materia di informazioni ambientali restano ferme le disposizioni di maggior tutela già previste dall'articolo 3-sexies del Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152, dalla legge 16 marzo 2001, n. 108, nonche' dal Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 195.
2. Le amministrazioni di cui all'articolo 2, comma 1, lettera b), del decreto legislativo n. 195 del 2005, pubblicano, sui propri siti istituzionali e in conformità a quanto previsto dal presente decreto, le informazioni ambientali di cui all'articolo 2, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 195, che detengono ai fini delle proprie attivita' istituzionali, nonche' le relazioni di cui all'articolo 10 del medesimo decreto legislativo. Di tali informazioni deve essere dato specifico rilievo all'interno di un'apposita sezione detta «Informazioni ambientali».
3. Sono fatti salvi i casi di esclusione del diritto di accesso alle informazioni ambientali di cui all'articolo 5 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 195. Ai sensi del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33, Art. 40 - Pubblicazione e accesso alle informazioni ambientali. In questa sezione sono pubblicate le informazioni ambientali che l’Ufficio V.I.A. – V.A.S detiene ai fini delle attività istituzionali dell'Amministrazione Comunale di Veglie. Le informazioni qui riportate sono state desunte dal sito dell’Arpa Puglia, della Regione Puglia – Assessorato all’Ambiente e dal sito del Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare. A) Stato dell’ambiente: aria, atmosfera, acqua, suolo, territorio,. B) Fattori inquinanti: Monossido di Carbonio, Benzene, Biossido di Zolfo, Biossido di Azoto (NO2), PM 10 e PM 2,5, Ozono, rumore,radiazioni elettromagnetiche, fattori inquinanti del suolo. C) Misure incidenti dell’ambiente e relative analisi di impianto: campi magnetici quadro normativo D) Misure a protezione dell’ambiente: prevenzione inquinamento atmosferico, mitigazione acustica, fasce di salvaguardia ambientale, autorizzazioni ambientali (V.A.S., V.I.A., A.I.A. ,A.U.A). QUALITÀ DELL'ARIA - ATMOSFERA L'inquinamento atmosferico è dovuto prevalentemente al traffico veicolare e agli impianti di riscaldamento civile. L’evoluzione della normativa ha consentito l’attuazione di interventi strutturali e non emergenziali.
Normativa Comunitaria Direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria e per un’aria più pulita in Europa. Nazionale Dlgs 155/2010 - Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un'aria più pulita in Europa. Dlgs 3 agosto 2007, n. 152 - Attuazione della direttiva 2004/107/Ce concernente arsenico, il cadmio, il mercurio, il nickel e gli idrocarburi policiclici aromatici nell’aria ambiente. Dlgs 26 giugno 2008, n. 120 - Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 3 agosto 2007, n. 152, di attuazione della direttiva 2004/107/CE relativa all'arsenico, il cadmio, il mercurio, il nichel e gli idrocarburi policiclici aromatici nell'aria ambiente. Dlgs 59/2005 - Attuazione integrale della direttiva 96/61/CE relativa alla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento. D.Lgs. Governo nº 183 del 21/05/2004 - Attuazione della direttiva 2002/3/CE relativa all´ozono nell´aria Decreto Ministeriale nº 261 del 01/10/2002 - Regolamento recante le direttive tecniche per la valutazione preliminare della qualità dell´aria ambiente, i criteri per l´elaborazione del piano e dei programmi di cui agli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 4 agosto 1999, n. 351 Decreto Ministeriale del 20/09/2002 - Modalità per la garanzia della qualità del sistema delle misure di inquinamento atmosferico, ai sensi del decreto legislativo n. 351/1999 Decreto Ministeriale nº 60 del 02/04/2002 - Recepimento della direttiva 1999/30/CE del Consiglio del 22 aprile 1999 concernente i valori limite di qualità dell´aria ambiente per il biossido di zolfo, il biossido di azoto, gli ossidi di azoto, le particelle e il piombo e della direttiva 2000/69/CE relativa ai valori limite di qualità aria ambiente per il benzene ed il monossido di carbonio D.Lgs. Governo nº 351 del 04/08/1999 - Attuazione della direttiva 96/62/CE in materia di valutazione e di gestione della qualità dell´aria ambiente Decreto Ministeriale del 23/10/1998 - Individuazione dei criteri ambientali e sanitari in base ai quali i sindaci adottano le misure di limitazione della circolazione Decreto Ministeriale del 25/11/1994 - Aggiornamento delle norme tecniche in materia di limiti di concentrazione e di livelli di attenzione e di allarme per gli inquinamenti atmosferici nelle aree urbane e disposizioni per la misura di alcuni inquinanti di cui al decreto ministeriale 15 aprile 1994 Decreto Presidente della Repubblica del 10/01/1992 - Atto di indirizzo e coordinamento in materia di sistemi di rilevazione dell´inquinamento urbano Decreto Ministeriale del 20/05/1991 - Criteri per la raccolta dei dati inerenti la qualità dell´aria Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 28/03/1983 - Limiti massimi di accettabilità delle concentrazioni e di esposizione relativi ad inquinanti dell´aria nell´ambiente esterno. Regionale L.R. 19 dicembre 2008, n. 44 - Norme a tutela della salute, dell’ambiente e del territorio: limiti alle emissioni in atmosfera di policlorodibenzodiossina e policlorodibenzofurani. L.R. 30 marzo 2009, n. 8 - Modifica alla legge regionale 19 dicembre 2008, n. 44 (Norme a tutela della salute, dell’ambiente e del territorio: limiti alle emissioni in atmosfera di policlorodibenzodiossina e policlorodibenzofurani). L. R. 7/1999 - Disciplina delle emissioni odorifere delle aziende. Emissioni derivanti da sansifici. Emissioni nelle aree a elevato rischio di crisi ambientale. L. R. 17/2007 - Disposizioni in campo ambientale, anche in relazione al decentramento delle funzioni amministrative in materia ambientale.

X
Torna su